AVANT-GARDES – MOVING SCULPTURES

“AVANT-GARDES – MOVING SCULPTURES”

Una serata all’insegna dell’arte, quella di giovedì 3 dicembre 2015: giovani artisti provenienti da vari paesi hanno creato una performance ispirati dalla mostra AVANGUARDIE-LE SCULTURE DINAMICHE, in corso fino al 15 dicembre a Casa Museo Ivan Bruschi. L’evento, seguito da in numeroso e attento pubblico che è un stato coinvolto in questa “opera d’arte”, è stato progettato dall’ artista Franco Fedeli, anche curatore della mostra, e interpretato con il linguaggio del corpo dagli artisti:

Samuel Mc Gehee: clarinetto,movimento, poesia

Lourdes McGehee: movimento

Leonardo Lambruschini: movimento, poesia

Saso  Volmair : pianoforte, movimento, poesia

Michele Guidi: poesia

Una performance caratterizzata da corpi in movimento e statici allo stesso tempo, sculture dinamiche in atteggiamenti surreali hanno interpretato le opere esposte e, accompagnati da suoni musicali, hanno interpretato le poesie di Fedeli negli ambienti magici di Casa Bruschi. I corpi, in relazione allo spazio, si sono mossi sfiorando e respirano le atmosfere de manichini dinamici, entrando dentro le installazioni. Nell’ultima parte gli attori hanno recitato nella piccola stanza dove sono collocati i due manichini d’artista: una luce radente e metafisica creando una quinta teatrale ha modellato lo spazio dove la figura di donna statica veniva messa in movimento dagli altri attori.

Nasce da questo incontro la volontà di voler collaborare a creare una corrente artistica nuova e dinamica.

 


http://www.arezzonotizie.it/cultura-eventi-spettacolo/franco-fedeli-regista-di-un-gruppo-di-giovani-attori-in-avant-gardes-movin-sculptures/

 

This entry was posted in News. Bookmark the permalink.

Comments are closed.